Il castello "Hohes Schloß" a Füssen

Il castello "Hohes Schloss" si innalza maestoso sul centro storico della città di  Füssen. Uno dei castelli più significativi tardogotici della Germania con cortile interno pittoresco e dipinti illusionistici unici nelle facciate. Nell'antica residenza estiva dei vescovi principe asburgici, si trovano la galleria delle collezioni dei dipinti statali bavaresi e la galleria municipale. Anche le camere all'interno tolgono il fiato, come per esempio la sala del cavaliere con il suo soffitto a cassettoni tardogotico.

Scopri la fantastica visuale dalla torre che si affaccia sul centro storico della città fino al lago Forggen.

Hohes Schloß

Il convento benedettino di S. Mang a Füssen

Si innalza sfarzoso sulla riva alta del fiume Lech l'ex convento barocco benedettino di S. Mang.  La sua storia risale al VIII secolo, quando il protettore della città San Magnus, in quanto missionario, fece costruire una cella proprio in quel punto.

L'architetto Johann Jakob Herkomer diede finalmente al convento, che era stato costruito in modo irregolare, un aspetto continuo e connesso. Oggi, l'ex convento ospita il Museo della città Füssen, il Comune e la chiesa parrocchiale di S.Mang.

S. Mang a Füssen

Santuario di San Colomano nei pressi di Schwangau

A nord-est di Schwangau accanto alla strada dopo Hohenschwangau, all'ombra di uno dei più antichi alberi in aperta campagna, si trova la chiesa di San Colomano.

Inoltre, il paesaggio montuoso di Schwangau con i suoi famosi castelli reali bavaresi formano tutt'intorno un imponente scenario. San Colomano venne proclamato patrono della città, protettore degli ammalati per gli uomini e gli animali.

Ci è tutt'ora sconosciuto quando fu costruita a Schwangau la prima piccola cappella di Colomano. Fin da subito, però, il santuario sembra aver acquisito una certa fama.

San Colomano

Il Castello di Linderhof

Il periodo di costruzione dei numerosi edifici a partire dal 1864 da parte del re Ludovico II iniziò innanzitutto con la creazione delle sue stanze nella residenza di Monaco e la posa della prima pietra del Castello di Neuschwanstein.

Già nel 1868, Ludovico II sviluppò il primo progetto edile per Linderhof. Tuttavia non si realizzò nè il progetto pianificato di un castello ispirato a Versailles nella vallata, nè i progetti per la costruzione di un grande palazzo bizantino. Il cuore dei lavori di costruzione divenne piuttosto l'ex casetta del guardaboschi di suo padre Massimiliano II, che si trovava già in quello che è oggi l'ingresso del castello e che il re, già da principe ereditario, utilizzò per le sedute di caccia con il padre.

Questo periodo di costruzione e ricostruzione in lungo e in largo portò alla nascita del castello di Linderhof, l'unico grande castello che il re Ludovico II ha avuto il piacere di vedere completo.

Castello di Linderhof

Oberammergau

si trova sul fiume Ammer. Oberammergau è conosciuta soprattutto grazie alle sacre rappresentazioni che si svolgono ogni 10 anni, realizzate l'ultima volta nel 2010, così come grazie agli artigiani locali ("gli intagliatori di Dio") e le pitture sulle facciate delle case.

Esempi di case che vale la pena vedere per queste loro facciate con pitture in stile barocco sono la Forsthaus, Mußldomahaus e la Pilatushaus.

Oberammergau
Questo sito Web utilizza i cookies. Proseguendo con la navigazione, acconsentii al nostro utilizzo dei cookies.